Blog

logo footer new reduced

NBA Crossover

News - 5 Giugno 2019

NBA Crossover

by Barber Mind

Barber Mind e La Barbieria di Milano all’NBA Crossover

Vi raccontiamo il nostro weekend tra le stelle dell’NBA e della cultura street

 

L’NBA Crossover di Milano è l’esposizione dedicata ai fans della basket league più seguita al mondo. Quest’anno si è svolta in zona Tortona - via Novi 5 - ed è stata aperta al pubblico da venerdì 31 maggio a domenica 2 giugno. Barber Mind non poteva certo mancare all’appuntamento con un evento così importante. Già perché Barber Mind è cultura street, e la cultura street influenza da sempre il mondo dell’NBA ed i suoi giocatori. È per questo che l’NBA non è solo uno sport, ma un vero e proprio fenomeno pop.

All’inaugurazione di giovedì 30 maggio c’era Buddy Hield, guardia dei Sacramento Kings. Durante il weekend la star di Freeport ha rilasciato un’intervista, firmato autografi, giocato con i ragazzi e fatto il DJ insieme a Dario Spada di Radio 105. Sabato pomeriggio è arrivato anche Marco Belinelli, la stella italiana dei San Antonio Spurs. Tra musica, esposizioni fotografiche, rap battles, interviste e live performance; Barber Mind, insieme alla Barbieria di Milano, ha accolto sulle sue poltrone ben 140 ospiti. Cominciando con Buddy durante l’inaugurazione, e proseguendo nel weekend con Dario Spada e Simo J di Radio 105.

Ma non finisce qui! Tra gli ospiti d’onore che si sono accomodati sulle nostre poltrone ci sono stati anche: Ricko Schwartz, Alessio Exo, Gabriele Surfa e Nico White, già presente all’inaugurazione del nuovo concept store di Foot Locker in corso Buenos Aires (leggete qui). La partecipazione di Barber Mind a questo evento ci rende davvero orgogliosi. L’immagine americana del campetto d’asfalto circondato da reti metalliche e colorato dai graffiti influenza da sempre la nostra cultura, così come le tendenze street delle grandi città come Milano influenzano da sempre il basket americano. Ci siamo goduti per tre giorni tutta l'atmosfera dell’NBA, divertendoci con gli ospiti della Barbieria e contribuendo di fatto a promuovere la cultura street.

Barber Mind dunque, mette a segno l’ennesimo spettacolare canestro.

Se anche voi c’eravate, fateci sapere com’è andata!