Blog

barbermind logo blog

Breve storia del successo della barba

Prodotti - 26 Settembre 2018

Breve storia del successo della barba

by Barber Mind

Breve storia del successo della barba

 

Come per ogni moda, anche per quella della barba ci si sarebbe potuti aspettare una caduta, ma così non è avvenuto. Dal mondo della moda a quello dello show business fino alle persone comuni, non arrivano segnali di cedimento, anzi, per certi versi, si può parlare di un miglioramento. Se prima tutti, ma proprio tutti, non potevano resistere alla tentazione e lo facevano in modo magari non troppo consapevole, oggi la cultura della barba e delle cure di cui ha bisogno si è estesa a un pubblico più consapevole e motivato.

A dire la verità la barba è stata protagonista in molte epoche della storia dell’uomo e se nel corso della storia la società e le diverse religioni hanno dettato le loro regole sulla barba, alla base bisogna ricordare che, dall’origine dei tempi, la barba è quasi sempre stata sinonimo di mascolinità, potere e saggezza. Un uomo con un barba folta è nel pieno della sua età adulta, quindi è all’apice della sua virilità.

Ogni cultura e ogni epoca ha avuto con la barba un rapporto diverso con ripercussioni in vari ambiti sociali, compresi quelli religiosi. A ogni ambito corrispondeva un codice preciso sulla lunghezza e sulla tipologia.

Se in Mesopotamia era consigliabile fare sfoggio di una barba lunga, folta e acconciata a mo’ di boccoli, in Egitto soltanto gli stranieri e i poveri portavano la barba perché non potevano permettersi di pagare il barbiere. Il Faraone in occasione di cerimonie pubbliche particolarmente importanti indossava un pizzetto lunghissimo e a punta, ma si trattava di una barba posticcia che fissava dietro le orecchie con l’aiuto di un paio di cordicelle.

Durante l’Impero Romano la barba era considerata simbolo di forza e vigore, tanto che si celebrava la "depositio barbae”, ovvero il primo taglio della barba, rito di passaggio dall’infanzia alla maturità sessuale.

Se durante il Medioevo la barba folta è riservata ai saggi e agli anziani, nel Rinascimento e nei secoli subito successivi, può essere portata ad ogni età, ma deve essere acconciata con ferri caldi e cere o addirittura tinta di nero per far risaltare la carnagione chiara.

Nel '700 la barba scompare brevemente perché l’uso di parrucche e belletti non era compatibile, ma torna in auge dal secolo immediatamente successivo e fino ai giorni nostri (a parte un breve periodo di scarsa popolarità durante gli anni ’80).

Contrariamente ai discutibili belletti utilizzati nei secoli passati, oggi la cura per la barba si è evoluta fino a diventare un rituale di benessere e relax grazie ai prodotti di nuova generazione ricchi di principi attivi benefici per la salute e la bellezza di barba e capelli.

 

DAL NOSTRO SHOP

BEBOP BEARD SOAP

UNO SHAMPOO SPECIFICO PER BARBA CON FORMULAZIONE BIOLOGICA 100% NATURALE, CON VITAMINA E OLIO DI TSUBAKI. 

BALSAMO BEBOP

UN BALSAMO CON OLIO DI TSUBAKI IDEALE PER RINFORZARE E NUTRIRE LA BARBA. LA FORMULAZIONE È ARRICCHITA DAGLI OLI ESSENZIALI DI ROSMARINO, MENTA PIPERITA E LAVANDA CHE INSIEME REGALANO UNA PROFUMAZIONE ANTISTRESS.

OLIO BEBOP

UN OLIO NON OLIO CHE GRAZIE ALLA SUA FORMULAZIONE 100% NATURALE COMPOSTA DA OLIO DI TSUBAKI, LAVANDA, ROSMARINO E MENTA PIPERITA, REGALA MORBIDEZZA E LUCENTEZZA ANCHE ALLA BARBA PIÙ INARIDITA.